Cessione del Quinto: prestiti su misura per te!

Aiutiamo a farti raggiungere i tuoi sogni con prestiti su misura!

oppure chiama il numero verde

800 937 937

La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di finanziamento che puó essere richiesto dal pensionato o dal lavoratore dipendente, il quale ottiene dall’istituto finanziario la disponibilità di una somma di denaro con cui finanziare qualsiasi tipo di spesa. Le rate vengono direttamente trattenute dallo stipendio, pertanto è impossibile non onorarle, a meno che non si perda il lavoro.

La Cessione del Quinto dello Stipendio fa parte della famiglia dei Prestiti Garantiti: un’assicurazione obbligatoria garantirá infatti il credito in caso di morte, malattia ed appunto perdita del lavoro.

Le rate del prestito sono ad importo fisso, non superiori alla quinta parte dello stipendio o della pensione e vengono rimborsate automaticamente grazie alla trattenuta diretta sulla busta paga o del cedolino pensione; di conseguenza, l’ente finanziatore riceverà i rimborsi direttamente dal datore di lavoro.

Queste sono le categorie escluse:

• Lavoratori autonomi
• Lavoratori dipendenti con contratto a progetto
• Lavoratori con contratto a tempo determinato
• Dipendenti di aziende private aventi uno scarso coefficiente assicurativo
• Dipendenti di aziende private con meno di tre anni di servizio
• Pensionati INAIL con una pensione bassa
• Dipendenti con stipendio temporaneo (maternità, ecc.)
• Dipendenti di aziende con problemi di liquidità e di aziende private aventi basso personale (sotto i cinque dipendenti)

VANTAGGI della cessione del quinto:

Non sono necessari garanti

Non sono necessari garanti, fideiussioni o ipoteche poiché la garanzia principale è costituita dallo stipendio o dalla pensione.

Dilatazione del rimborso

La dilazione del rimborso può arrivare fino a 120 rate mensili (10 anni).

Garanzia totale

Il servizio è 100% Garantito

Ti solleviamo da oneri

La rata viene trattenuta sugli emolumenti mensili dal Datore di lavoro/Ente di Previdenza e da questi versata direttamente alla società finanziaria per rimborsare il prestito: il dipendente/pensionato risulta così sollevato da ulteriori oneri postali o bancari per la restituzione rateale del finanziamento.

Garanzia grazie all'assicurazione

La copertura assicurativa, obbligatoria per legge, contro il rischio vita ed il rischio impiego – quest’ultimo solo per i dipendenti – attribuisce un’ulteriore garanzia al prestito.

Certezza al piano di rimborso

La rata costante ed il tasso fisso per l’intera durata del prestito, conferiscono assoluta certezza al piano di rimborso.

Cessione del quinto ai dipendenti

I dipendenti statali, pubblici, degli enti locali, di aziende private,hanno la possibilità di ottenere un finanziamento la cui restituzione si effettua con trattenuta diretta sulla retribuzione. Tale trattenuta non può, per legge, superare la quinta parte dello stipendio mensile. Da qui la denominazione Cessione del Quinto dello Stipendio.

Fra le diverse particolarità, questo finanziamento ha la caratteristica peculiare di limitare l’indebitamento (misura massima della rata rispetto al reddito) e comprende, a maggior tutela dei lavoratori dipendenti, garanzie assicurative che consentono di non mettere a repentaglio le famiglie quando eventi negativi della vita creano gravi squilibri economici. Per i dipendenti di aziende private il requisito, che è dunque garanzia per il prestito, è rappresentato dal TFR o il fondo pensionistico. Più è alta la richiesta di prestito più dovrà essere alto l’importo del TFR: quest’ultimo, infatti, non potrà mai essere inferiore alla cifra richiesta in prestito.

Cessione del quinto ai pensionati

Tutte le persone che godono della pensione di anzianità possono stipulare un contratto di cessione del quinto. Ne sono esclusi quelli che ricevono una pensione di invalidità, assegni sociali e coloro che hanno una pensione con un importo inferiore ai 600 euro.

Requisiti cessione del quinto: dipendenti pubblici Possono accedere alla cessione del quinto dello stipendio tutti i dipendenti pubblici. Per loro, l’unico requisito richiesto, è avere un buon Coefficiente Assicurativo, cioè un numero determinato dalla propria azienda, con il quale è possibile aumentare il TFR accantonato, al fine di ottenere il montante massimo finanziabile.

×

Benvenuto in TU Industries!

Clicca su uno dei nostri rappresentanti qui sotto per chattare su WhatsApp o inviaci una mail a info@tu-industries.com

× Hai bisogno di assistenza?